2017-05-30 11:40:41
E-mail marketing nel settore alberghiero: perché funziona
Nel settore alberghiero l'e-mail marketing è molto usato. E porta ottimi risultati. Vediamo perché

Quante volte hai ricevuto e-mail da parte dell'albergo in cui hai alloggiato?

E... di' la verotà: un po' ti sei sentito tentato, giusto?

Quanti bei ricordi rievoca in noi sentir parlare dell'hotel in cui siamo stati con la famiglia, con il partner o con gli amici. Un posto in cui ci siamo trovati bene e ci siamo sentiti coccolati. Che voglia di ripartire!

Queste sono le sensazioni principali su cui fa leva l'e-mail marketing del settore alberghiero: contattare le persone che sono state ospiti della struttura richiamando in loro il benessere vissuto durante il soggiorno. 

E dal punto di vista pratico? Perché l'e-mail marketing nel settore alberghiero funziona molto bene?

E-MAIL MARKETING PER ALBERGHI: BASSI COSTI

Per una struttura alberghiera, l'e-mail marketing è un investimento decisamente a basso costo. La raccolta di dati e di indirizzi e-mail è estremamente semplice e non richiede grossi sforzi: necessario in fase di iscrizione online, è sufficiente richiedere l'indirizzo di posta elettronica a chi invece prenota per telefono o direttamente in loco suggerendo l'iscrizione alla newsletter dell'albergo per restare aggiornati su novità e promozioni. E di solito è una strategia che funziona: se la persona si è trovata bene in hotel sarà ben felice di restare in contatto con la struttura.

Rispetto alle aziende che faticano a trovare contatti da inserire nel proprio database e che spesso ci mettono anni per avere una lista utenti reale (non contatti acquistati), l'albergo ha di fronte un percorso molto più facile:

  • Per chi prenota online, in fase di prenotazione aggiungere la voce di iscrizione alla newsletter, possibilmente già flaggata. L'importante è che sia visibile e che non sia ingannevole: l'utente deve poter decidere se vuole restare in contatto con l'albergo oppure no;
  • Per chi prenota via telefono o in struttura, l'addetto alla reception deve farsi dare a voce l'indirizzo e-mail chiedendo in modo cortese all'ospite se desidera ricevere periodiche comunicazioni. Oppure si lasciano nelle camere o sul banco della reception foglietti precompilati in cui l'ospite può scrivere autonomamente il proprio indirizzo di posta elettronica.

In sintesi: la raccolta di dati di clienti per un albergo è un investimento davvero minimo, ed è più che altro non monetario ma relativo all'intervento del personale.

Gli eventuali costi sono rappresentati dalla creazione e invio di newsletter: sia se si usi un tool con interfaccia per creare una newsletter direttamente online con il drag and drop, sia che ci si avvalga di un grafico, qualche costo bisogna sostenerlo. Ma il tasso di conversione di solito è molto alto, e ripaga ampiamente la spesa.

E-MAIL MARKETING PER ALBERGHI: CONOSCENZA DEL TARGET

Un hotel conosce molto bene i suoi clienti. Sia che si tratti di un hotel di passaggio o di un hotel per vacanza, la clientela è facilmente individuabile e collocabile sotto un preciso profilo. Questo è un vantaggio che poche aziende hanno in modo così chiaro: conoscere già il proprio target e i suoi interessi.

Ma come si acquisisce questa conoscenza? Secondo diverse modalità:

  • Tramite l'iscrizione online: i dati come sesso, età, zona di provenienza possono essere usati per mirate azioni di marketing. Obbligatorio è informare gli utenti che i propri dati possono essere usati a fini commerciali;
  • Tramite modulo e domande in sede: oltre a richiedere l'indirizzo e-mail per l'inserimento nel database, gli addetti alla reception possono rilasciare al cliente un breve modulo con risposte chiuse (ad esempio, titolo di studio, professione, etc);
  • Sondaggio a posteriori: dopo qualche giorno dalla fine della vacanza, si può mandare all'ospite un sondaggio online per sapere che cosa gli è piaciuto di più del soggiorno, quali sono i servizi di cui ha usufruito, se ha partecipato ad attività extra anche al di fuori dell'hotel.

Il tutto deve essere fatto in modo discreto ed elegante, e il cliente deve aver chiaro lo scopo di queste domande: un'azione di mail marketing con offerte specializzate.

Più un hotel lavora in modo mirato e più la newsletter ha possibilità di successo.

E-MAIL MARKETING PER ALBERGHI: ANALISI E MISURAZIONI

Come abbiamo detto più volte, nell'e-mail marketing è importantissimo analizzare: invii, aperture, click sui link, conversioni sono dati estremamente utili per capire a cosa ammonta il ritorno dell'investimento (ROI), non solo in termini economici ma anche in termini d'immagine.

Per l'hotel è molto facile misurare se le campagne di mail marketing hanno avuto o stanno avendo successo: a fronte di un certo numero di invii, la quantità di prenotazioni è sotto gli occhi di tutti


Concludiamo dicendo che sono ben poche le realtà che possono vantare di una strategia di e-mail marketing a così basso costo. Ma ciò non può non prescindere da un buon livello di qualità e di offerta del servizio: un hotel che lavora male e di cui la gente è scontenta probabilmente otterrebbe più ex clienti che iscritti alla newsletter.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Email Marketing
265 persone hanno letto questo post.
ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001