2016-11-09 08:10:25
E-mail marketing: consigli su template e grafiche
Grafica e design: consigli per presentare il testo in modo accattivante e per avere successo nell'e-mail marketing

Cattura, presenta, comunica: come creare la grafica perfetta per una newsletter o DEM

Abbiamo già parlato dell'importanza del messaggio testuale nell'e-mail marketing, sottolineando che una piattaforma di e-mail marketing affidabile e performante in termini di velocità, opzioni, stabilità etc è fondamentale, ma senza la creatività umana non si può compiere alcun miracolo.

Oggi vogliamo parlare del template e della grafica per la preparazione di newsletter e DEM, fornendo consigli utili per preparare un messaggio fruibile e gradevole.

GRAFICA NELL'E-MAIL MARKETING: I COLORI AZIENDALI

Ogni azienda ha dei colori caratteristici per quanto riguarda il logo e tutta l'immagine coordinata. Sia che questo percorso sia stato ideato da voi, sia che abbiate tra le mani un cliente il cui marchio è stato pensato da altri, la sostanza non cambia: il template dell'e-mail marketing e tutti gli elementi di grafica da inserire nella newsletter o nella DEM devono richiamare i colori aziendali. Non ha alcun senso preparare una newsletter con il colore predominante verde se quello che contraddistingue il vostro cliente è il viola. Tutti gli elementi presenti nel template devono attenersi il più possibile ai colori dell'azienda.

Dove definire o avere queste linee guida? Quando si lavora sul marchio e sull'immagine di un cliente di solito si prepara un Brand Manual contenente tutte le informazioni relative a font, logo, misure, utilizzo nei vari supporti: il manuale deve riportare tutti i casi e usi possibili del marchio, anche nel caso di DEM e newsletter. Se non avete creato voi il logo aziendale, fatevi passare il Brand Manual codificato dalla precedente agenzia.

GRAFICA NELL'E-MAIL MARKETING: SEMPLICITÀ DEL LAYOUT

Il reparto grafico deve preparare un layout e prevedere un'impaginazione del messaggio che sia funzionale per ogni tipo di dispositivo. La tendenza degli ultimi anni è quella della massima semplificazione: un layout chiaro e lineare attira l'attenzione dell'utente, facilita la lettura e ha una migliore resa su mobile. Consigliamo vivamente di evitare l'uso di elementi flottanti e suggeriamo un layout a griglia con elementi incolonnati.

GRAFICA NELL'E-MAIL MARKETING: LE DIMENSIONI

Sempre in ottica di semplicità e di fruibilità multi-dispositivo, bisogna attenersi a dimensioni massime. Consigliamo di restare attorno a 600px di larghezza, mentre la lunghezza può variare a seconda della quantità di informazioni da inserire. Far scrollare all'infinito l'utente è controproducente: anche se difficile, meglio condensare le informazioni nel minor numero di parole possibile.

GRAFICA NELL'E-MAIL MARKETING: IMMAGINI E TESTO ALTERNATIVO

Le immagini sono molto utili per aumentare l'efficacia del nostro messaggio. Qualche consiglio in merito:

  • Evitare l'uso di immagini troppo gettonate ed eccessivamente "finte", come la classica immagine della bella ragazza con le cuffie alle orecchie e il telefono in mano e il sorriso splendente, a richiamare il concetto di servizio clienti;
  • Fare attenzione al formato e alla qualità delle immagini: i formati più adatti nell'e-mail marketing sono PNG e JPG, mentre a livello di peso è meglio non andare oltre i 100kb l'una. Non dimentichiamo che molti scaricano la posta elettronica da mobile, spesso collegati in 4g: le nostre immagini devono essere leggere e facilmente downloadabili;
  • Inserire sempre il testo alternativo (attributo "alt"): alcuni client e-mail bloccano la visualizzazione dell'immagine, per cui è essenziale inserire un testo alternativo che spieghi cosa vi è raffigurato. Il testo alternativo è molto utile per dare all'utente una prima idea su ciò che non riesce o non vuole visualizzare in quel momento.  

GRAFICA NELL'E-MAIL MARKETING: IL FONT

Sebbene sul mercato esistano migliaia di font, spesso molto particolari e caratteristici, nell'e-mail marketing è preferibile utilizzare i font di sistema, ovvero quelli comuni alla maggior parte dei dispositivi e dei sistemi operativi. Qualche esempio? Arial, Tahoma, Verdana, Courier, Georgia, Times New Roman. Se usiamo font troppo particolari rischiamo che il destinatario non li abbia installati sul suo computer e non riesca a vederli: il risultato è un template sballato o una newsletter che perde totalmente di personalità.


Avete gradito il nostro mini-tutorial? Restate sintonizzati per scoprire di cosa parleremo nelle prossime settimane!

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Email Marketing
297 persone hanno letto questo post.
ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001