2016-12-09 09:11:07
E-mail marketing: come creare un database di utenti?
Per campagne e-mail marketing efficaci, il primo punto di partenza è avere un database di utenti composto da potenziali acquirenti

Alcuni suggerimenti per creare un database di utenti, utile per campagne e-mail marketing

Nel marketing, la targetizzazione è tutto: in base agli utenti cui ci rivolgiamo lavoriamo per preparare strategie, per ottimizzare prodotti e servizi, per analizzare e valutare la buona riuscita o meno dei nostri sforzi e della nostra spesa.

Per creare campagne e-mail marketing efficaci sia B2B che B2C e capaci di garantire il ritorno dell'investimento bisogna aver un database di utenti con potere d'acquisto e interessati al servizio / brand che si sta promuovendo. Come creare questo dabatase da zero?

CREARE DATABASE DI UTENTI PER E-MAIL MARKETING

Per creare un database di utenti per scopi di e-mail marketing bisogna stimolare chi ci legge affinché fornisca il proprio indirizzo e-mail e qualche dato basilare, come ad esempio nome, cognome, fascia d'età, città, interessi. Più dati riusciamo a ottenere, più possiamo crearci un database utile e avere elementi da usare per campagne particolarmente targetizzate.

Ma come far sì che l'utente ci fornisca tutti questi dati? Essenzialmente in 3 modi:

  1. Attività promozionale: si suscita interesse da parte dell'utente con l'invio di periodiche newsletter contenenti particolari promozioni e vantaggi riservati agli iscritti;
  2. Aggiornamento: la persona deve percepire il valore del ricevere i vostri aggiornamenti per puri scopi informativi. Questo è il caso di un portale di informazione specifico per un ambito (salute e benessere, digital, informatico...) che ha un fitto piano editoriale e che pubblica novità molto importanti e utili nel settore di riferimento;
  3. Premio / Sconto: se l'utente compila un form e invia il proprio indirizzo e-mail, riceve immediatamente come omaggio di benvenuto un premio o un sconto.

Generalmente il popolamento del database passa tramite un'iscrizione alla newsletter. Ma quali sono gli strumenti online adatti per fare tutto ciò?

Creare database di utenti per e-mail marketing: social network

Molte aziende prevedono per i loro social aggiornamenti costanti, a discapito del sito spesso statico o abbandonato a sé stesso. La capacità dei social di creare engagement e di farsi conoscere è sotto gli occhi di tutti (anche se il loro utilizzo in questo senso non è scontato... ma qui entreremmo in un altro campo): ed ecco il motivo per cui tante aziende puntano sulle loro pagine social per raccogliere dati utili per il database.

L'ambito social network ben si presta al binomio immagine accattivante + call to action, come "Clicca qui, iscriviti alla newsletter e ricevi immediatamente un buono sconto!". Se poi si mette come requisito anche quello del like / condivisione, il passaparola si accelera. Oppure si può prevedere una sponsorizzazione a pagamento (ne parliamo a breve).

Creare database di utenti per e-mail marketing: campagne PPC (Pay Per Click)

A volte bastano pochi euro, € 10 - € 50 di campagna PPC su Facebook e qualcosa in più su Google Adwords e Bing Ads, e si iniziano a ricevere iscritti e indirizzi e-mail. Le campagne PPC su Facebook possono sponsorizzare il post con l'immagine accattivante e la call to action, mentre su Google Adwords e Bing Ads si consiglia di implementare una semplice landing page riportante la tipologia di offerta / promozione / motivazione e un altrettanto semplice form di inserimento dati.

Anche in questo caso un buon punto di partenza è quello di effettuare un targeting accurato della campagna PPC, per andare a colpire gli utenti potenzialmente interessati al nostro messaggio.

Creare database di utenti per e-mail marketing: step di acquisti in siti e-commerce

Alcuni siti e-commerce prevedono il caricamento di pop up riportanti frasi come "Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere subito un buono sconto aggiuntivo", oppure "Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere un'offerta personalizzata" in alcune fasi della procedura di acquisto online. Queste frasi devono essere progettate per non infastidire, e il loro scopo è chiaro: da un lato portano il cliente verso l'acquisto, dall'altro arricchiscono il database.

Creare database di utenti per e-mail marketing: approfondimento di lettura

Nella strategia di content marketing di molti portali di informazione e di brand vi è la lettura di contenuti e approfondimenti previa iscrizione. Di solito si mostra la prima parte del contenuto, che si interrompe dopo qualche riga: se l'utente vuole continuare a leggere o ricevere una scheda aggiuntiva, deve inviare il proprio indirizzo e-mail.

E-MAIL MARKETING: UN DATABASE AGGIORNATO E SEMPRE IN CRESCITA

Tutte queste azioni vanno ripetute e studiate con una certa frequenza. Il database deve essere sempre aggiornato e arricchito: vedrete che molti utenti si perderanno per strada (indirizzi e-mail che smettono di funzionare, persone che si disiscrivono etc), per cui un refresh periodico è d'obbligo.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Email Marketing
283 persone hanno letto questo post.
ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001