2017-03-09 10:03:24
E-mail marketing: perché il tuo messaggio finisce in spam?
Tante opportunità commerciali perse a causa dell'annosa questione spam. Ma perché i tuoi messaggi vengono considerati "spammosi"?

E-mail e spam: tante motivazioni per un unico, insperato risultato

Quella dello spam è un'annosa questione che si trova ad affrontare chiunque lavori nel campo dell'e-mail marketing.

Tanti sono i motivi che possono direzionare il tuo messaggio di posta elettronica verso la casella spam del destinatario. E il risultato è solo uno: la perdita di opportunità commerciali. Per ridurre al minimo il rischio di essere riconosciuti come spammer bisogna andare all'origine del problema e capire perché questo accade.

E-MAIL MARKETING E SPAM: TITOLI E TESTI CON ERRORI O TROPPO COMMERCIALI

Ne abbiamo già parlato in questo post: errori grammaticali e lessicali, uso del maiuscolo, utilizzo di parole come "gratis", "vinci", "guadagna" sono tutti elementi che lanciano un alert al server di posta. Se una mail è percepita come eccessivamente commerciale o ha contenuti di dubbia qualità è facile che venga classificata come spam.

E-MAIL MARKETING E SPAM: LINK IN USCITA DI DUBBIA PROVENIENZA

Inserire nel corpo della mail link in uscita verso siti di scarsa qualità (o presunti tali) o, peggio ancora, a indirizzi IP è molto rischioso. I server di posta cercano di salvaguardare il più possibile l'esperienza utente: accertati che i link che inserisci siano sicuri e protetti.

E-MAIL MARKETING: SPROPOSITATO USO DI IMMAGINI

La tecnica di usare un'immagine contenente il testo della newsletter è ormai vecchia, ed era usata per arginare i filtri anti-spam. I provider si sono aggiornati, e memori da questa esperienza pregressa notano immediatamente se il messaggio contiene:

  • Troppe immagini;
  • Immagini eccessivamente pesanti;
  • Una sola immagine e niente testo.

In questo ultimo caso, il campanellino d'allarme scatta per la paura del riemergere della vecchia tecnica. 

Sta a te ponderare bene l'uso delle immagini e fare attenzione al peso dell'intero messaggio: ricorda che tantissime persone consultano l'e-mail in mobilità utilizzando il traffico dati.

E-MAIL MARKETING E SPAM: INDIRIZZO MAIL MAI UTILIZZATO

Se mai prima di allora hai avuto contatti con il destinatario della tua mail è facile che tu finisca nella sua casella di spam: per la prima volta il suo fornitore di posta vedere arrivare dal tuo dominio un messaggio, per lo più di tipo pubblicitario.

Ogni azione di marketing per essere più efficace dovrebbe partire da un rapporto o da uno scambio e-mail già avvenuto. Di sicuro mai bisogna mandare newsletter o DEM senza autorizzazione.

E-MAIL MARKETING E SPAM: INDIRIZZO IP IN BLACKLIST

Un'altra motivazione per cui le mail da te inviate finiscono in spam è che il tuo indirizzo IP si trova in blacklist. Questo può accadere per diverse ragioni: ad esempio, hai un hosting condiviso e qualche altro utente che poggia sul tuo stesso server ha commesso azioni illecite e spammose. Di conseguenza i filtri anti-spam hanno reagito segnando anche il tuo indirizzo come spam, poiché proveniente dallo stesso server. Oppure c'è stata un'errata configurazione dei DNS.

Come fare in tal caso? Bisogna contattare il fornitore di hosting affinché solleciti la risoluzione del problema e chieda la rimozione dalla blacklist. Per verificare se il tuo indirizzo e-mail è associato a qualche blacklist, leggi il nostro articolo su Mail Tester.

E-MAIL MARKETING E SPAM: MITTENTE NON AUTENTICATO

Sei sicuro che la tua identità sia correttamente autenticata? Hai correttamente implementato DKIM e SPF? Se l'implementazione del record SPF è piuttosto semplice, per il DKIM è invece necessario intervenire lato server: in caso di dubbi chiedi una verifica al tuo fornitore di posta elettronica.

E-MAIL MARKETING E SPAM: SPEDIZIONE DIRETTA DALLA CASELLA E-MAIL

Capita anche questo: che qualcuno spedisca DEM e newsletter tramite la propria casella di posta, magari tenendo tutti i contatti in vista (A o CC). 

Oltre a ricevere una marea di insulti, ricorda che fare mail marketing direttamente con la tua posta elettronica non ha alcun senso: innanzitutto non è una piattaforma ottimizzata per questo, e poi ti perdi tutta la parte di statistiche. Per fare mail marketing servono tool affidabili, come Mail Marketing Solution.

Autore: Claudia Martinelli
Post dal Blog: Email Marketing
273 persone hanno letto questo post.
ALTRI BLOG
Card e Tessere
Email Marketing
Essere Web Agency
Web per Professionisti, PMI e grandi aziende
AUTORI


OB2.IT - P.IVA - 02948750985
Sito conforme al prov. n. 229 - 08/05/2014 Codice Privacy in quanto utilizza esclusivamente cookies tecnici
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001